Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2018
ABSTRACT LETTERA APERTA AL PROF. GIORGIO ALLEVA, PRESIDENTE ISTAT:                                         COMUNICAZIONE SBAGLIATA CON L’EUROPA        L’Autore invia una lettera aperta al Presidente dell’Istat, in relazione al suo recente incarico, disposto dalla Legge di Bilancio 2018 del 27.12.2017 n. 295, a presiedere due Commissioni tecniche, che saranno istituite con successivo DPCM, aventi il compito di studiare, rispettivamente, la prima: “ La gravosità delle occupazioni, anche in relazione all’età anagrafica e alle condizioni dei lavoratori ”, la seconda: “ La classificazione e comparazione, a livello comunitario e internazionale della spesa pubblica nazionale per finalità previdenziali e assistenziali”.    - Riguardo ai compiti della prima Commissione, è necessario premettere che la regola matematica-attuariale del calcolo contributivo della pensione è: “Statisticamente più si vive, meno si ha di pensione; meno si vive, più alta sarà pensione

LETTERA APERTA AL PROF. GIORGIO ALLEGRA, PRESIDENTE DELL'ISTAT: COMUNICAZIONE SBAGLIATA CON L'EUROPA

Mi presento: sono Lucio Casalino, ex dirigente dell’Inps, in pensione, prof. a c. dell’ Università di Napoli Federico II   e Consigliere nazionale della Confederazione sindacale CISAL. Sono titolare del   blog in rete, il cui sito è: www.fakeinps.it    Attraverso questa pagina web, desidero inviarle una lettera aperta, in relazione al suo recente incarico, disposto dalla Legge di Bilancio, anno 2018, del 27.12.2017 n. 295, a presiedere due importanti Commissioni tecniche, che saranno istituite con successivo DPCM, aventi il compito di studiare, rispettivamente, la prima: “ La gravosità delle occupazioni, anche in relazione all’età anagrafica e alle condizioni soggettive dei lavoratori”; la seconda: “La classificazione e comparazione, a livello comunitario e internazionale della spesa pubblica nazionale per finalità previdenziali e assistenziali”.    - Riguardo ai compiti della prima Commissione , è necessario premettere che il criterio cardine su cui si basa il calcolo contri